Rischia una paralisi ma non li taglia: ecco i suoi 20 chili di capelli

Dettagli

KENYA - Da far veramente rizzare i capelli! Quelli di Asha Mandela sono più lunghi di un autobus. La detentrice del record mondiale di acconciature ‘Dread’, giura che non li taglierà, anche se i medici americani dicono che il loro peso di quasi 20 chili potrebbe causarle una paralisi. Alla donna del Kenya le ci vogliono due giorni per lavarli e asciugarli e deve raccoglierli in una crocchia. Asha ha detto: “Sono la mia vita. Tagliarli sarebbe l’equivalente di un suicidio“. Da far veramente rizzare i capelli! Quelli di Asha Mandela sono più lunghi di un autobus. La detentrice del record mondiale di acconciature ‘Dread’, giura che non li taglierà, anche se i medici americani dicono che il loro peso di quasi 20 chili potrebbe causarle una paralisi. Alla donna del Kenya le ci vogliono due giorni per lavarli e asciugarli e deve raccoglierli in una crocchia. Asha ha detto: “Sono la mia vita. Tagliarli sarebbe l’equivalente di un suicidio“.

La donna di 47 anni e che è mamma di un bambino, ha aggiunto che i dottori di Atlanta, in Georgia l’hanno messa in guardia: “I medici dicono che ho una curvatura della colonna vertebrale a causa della lunghezza e del peso dei miei capelli. Alcuni di loro affermano che il mio collo sta per cedere e che devo stare attenta perché potrei avere degli spasmi e restare paralizzata”. I medici le hanno anche chiesto di prendere in considerazione di tagliarsi i capelli per altri motivi di salute, tra cui il rischio di infezione batterica.

Asha, i cui lunghi capelli la fanno assomigliare al personaggio Disney Raperonzolo, li chiama “i miei bambini”Dice di aver iniziato a farli crescere dopo una “vocazione spirituale”. Angela Davis, che aiuta Asha per le occasioni speciali, ha detto: “Il mio primo pensiero è stato: ‘Dio, ma quanto ti pesano?’ Ora aiutarla lo vedo come un onore“.

Nel video qua sotto la potete vedere alle prese con lo shampoo. Il video è del 2010, considerate che i suoi capelli ora sono ancora più lunghi…

Clicca qui per tutte le altre notizie assurde!

Clicca qui per condividere su FaceBook
   
   

Cerca in BakOOm  

   

Aggiungici su FB  

   
   
© BakOOm